For all orders outside ITALY, please click here

skip to Main Content

Spedizioni: costi e tempi di  consegna

Il primo giorno non deve essere considerato in quanto l’ordine viene preso in carico da Cheri srl e sarà evaso al giorno successivo salvo disponibilità o riassortimento del prodotto. Se il giorno di acquisto è sabato o domenica l'ordine verrà evaso il martedì sucessivo. In caso di prodotto in riassortimento il cliente sarà informato tramite e-mail dei tempi di spedizione.  

Spedizione con posta prioritaria senza tracciamento: € 3,00

La consegna degli invii di Posta 4 Pro (dati da Poste Italiane) avviene come di seguito:
  • in quattro giorni lavorativi successivi a quello di accettazione per almeno il 90% dei casi
  • in sei giorni lavorativi successivi a quello di accettazione per almeno il 98% dei casi
  • Per esperienza possiamo anche accertare  che i dati di poste italiane sono calcolati a livello nazionale e poco veritiere a livello locale. Questo vuole dire che mentre in alcune parti d’italia non ci sono ritardi in altre parti i ritardi sono triplicati: Per quanto riguarda le nostre spedizioni con posta 4 pro, abbiamo constatato che almeno il 10% hanno un ritardo che possono arrivare anche a 15 giorni lavorative che diventano 20/22 giorni consecutivi.
Una volta spedito non sarà più  possibile rintracciare l’ordine. Cheri srl declina ogni responsabilità sulle mancate consegne da parte di poste italiane. Nel caso di mancata consegna del pacco o busta,  sarà rimborsato l’intero importo solo dopo che la spedizione sarà rientrata al mittente  (per esperienza possiamo accertare che si tratta di un caso su mille).

Spedizione con corriere SDA: € 6,50.

Consegna in 2/4 giorni lavorativi  con numero di tracciamento (Generalmente viene consegnato in 3 giorni).
+39 0541 78 39 84 [email protected]
Il Dizionario Della Moda

Per iniziare alla grande questo 2017 vi vogliamo fare un regalo! Ecco un dizionario con tutti i termini utilizzati nel mondo della moda. E se ne manca qualcuno, suggeritecelo nei commenti.

À-la-page: “all’ultima moda”.
Alla zuava: pantaloni corti e stretti al ginocchio, di linea ampia.
Appiattire: tecnica sartoriale per eliminare le cuciture delle riprese mediante stiratura o tagli.
Appiombo: cadenza del capo che corrisponde a una linea perpendicolare a quella della terra.
Applicazioni: guarnizioni e/o ornamenti su un capo di vestiario e di biancheria.
Asola: piccola apertura del tessuto, entro cui inserire il bottone. Più precisamente, orlatura di filo che si fa nelle estremità dell’occhiello.
Attaccatura: cucitura che unisce le maniche al corpetto.
Armatura: disegno che regola l’intreccio dei fili della trama e dell’ordito.
Automatico: bottone formato da due parti che si incastrano a pressione.
Barchetta: tipo di scollatura, alta davanti e scostata lateralmente dal collo, che prende il nome dalla caratteristica forma.
Bermuda: pantalone corto al ginocchio.
Blazer: tipica giacca usata nei college inglesi. Ha una linea dritta e solitamente è a doppio petto.
Blouson: giubbotto con ampia vestibilità, portato rimborsato.
Blusa: camicetta non aderente e solitamente con una cinta alla vita.
Bolero: giacchettina corta che termina in vita, aperta davanti, priva di abbottonatura, con o senza maniche.
Bomber: giacca di taglio sportivo, tagliata in vita con chiusura a zip; tipica casacca dei soldati e dei marinai.
Caban: giacca con ampia vestibilità e leggermente svasata.
Cappa: mantello con o senza cappuccio con spacchi per far uscire le braccia.
Casacca: giacca di linea sciolta.
Casual: abbigliamento pratico.
Chemisier: abito femminile derivante dalla camicia da uomo.
Completo: di solito composto da giacca e gonna, ma anche da abito e soprabito.
Conformata: quella taglia le cui proporzioni non rientrano nella normalità.
Coordinati: si dice di indumenti che hanno in comune qualcosa: colore, disegno del tessuto ecc.
Decolleté: è un’ampia scollatura. generalmente per gli abiti da sera.
Destrutturato: detto di capi di abbigliamento confezionati senza rigidità, che si presentano alquanto sciolti e naturali.
Doppio petto: abbottonatura in cui le falde anteriori si sovrappongono per almeno il doppio del valore normale.
Double-face: si dice di una stoffa a due diritti o di un capo foderato da entrambi i lati e reversibile.
Felpa: è un tipo di maglia o T-shirt sportiva, che ha un pelo più lungo del velluto.
Fessino: è l’apertura che si trova in fondo alla manica delle camicie.
Festonato: orlo rifinito con un ricamo a linee curve, regolari, che imita un festone.
Frac: chiamato anche marsina, è una tipica giacca maschile da cerimonia, con una parte anteriore lunga fino alla vita e la parte posteriore lunga e a coda di rondine.
Gessato: tessuto con un disegno imitante una riga di gesso.
Giacca: si tratta di un capo corto con maniche e tasche; esiste da uomo e da donna.
Gilet: panciotto senza maniche e abbottonato davanti.
Giubbotto: giacca sportiva lunga o corta, chiusa generalmente da una zip.
Husky: giacca imbottita, con bottoni automatici e zip.
Kilt: gonna a pieghe in tessuto scozzese.
Loden: panno di lana reso impermeabile, da cui il nome del cappotto.
Marinara: collo ampio sul dietro e sulle spalle, a forma di rettangolo, che finisce a punta sul davanti.
Martingala: mezza cintura, attaccata ai fianchi, che stringe soltanto il dorso.
Morbidezza: è lo spessore aggiunto al modello ai fini di migliorare l’agio nei movimenti.
Paletot: cappotto, dal francese.
Panama: tessuto di cotone o tela a fili grossi, adatto per cappelli.
Paramontatura: la parte di un capo che copre il rovescio della stoffa nei risvolti.
Poncho: mantello ottenuto con un unico pezzo di stoffa con un foro al centro, per infilarvi la testa.
Princesse: abito molto stilizzato. Abito femminile di un solo pezzo, corpetto e gonna uniti insieme e della stessa stoffa.
Raglan: tipo di manica dall’attaccatura che dal collo si estende fino all’ascella.
Revers: risvolti in genere; termine normalmente riferito a giacche e cappotti.
Reversibile: detto di un capo che si può indossare da entrambe le parti.
Ruche: striscia di tessuto avente scopo decorativo.
Sahariana: giacca di color sabbia, confezionata generalmente in cotone; ha quattro tasche e una cintura in vita.
Salopette: tuta ampia in vita e con bretelle sul davanti.
Sbuffo: rigonfiamento, generalmente sulle maniche degli abiti femminili.
Scamiciato: sorta di tunica scollata e senza maniche.
Shorts: calzoni corti, dall’inglese. Smoking: giacca nera da sera con risvolti di seta lucida.
Spencer: giacca elegante tipo smoking, ma corta in vita; frac senza code.
Spezzato: pantaloni e giacca abbinati ma realizzati in tessuti diversi.
Spolverino: soprabito o impermeabile molto leggero, inizialmente usato appunto per ripararsi dalla polvere.
Tabarro: mantello a ruota, per uomo.
Tailleur: completo femminile di giacca e gonna o giacca e pantaloni.
Tight: giacca a vita con code che avvolgono le gambe. Va sempre abbottonato.
Trench: traduzione inglese di “trincea”; è l’impermeabile sportivo di forma inglese con cintura, usato dai soldati britannici durante la prima guerra mondiale.
Unisex: detto di indumento che è indossato indifferentemente dai due sessi.
Vestibilità: ampiezza data ai capi per un migliore agio nei movimenti.

Back To Top
Cerca